Stato nutrizionale

Oltre al colesterolo e trigliceridi, è possibile dosare altre varietà di grassi, molto importanti per la nostra salute, fra cui gli acidi grassi OMEGA 3 e OMEGA 6. Questo esame è complesso risulta molto utile per correggere squilibri metabolici.

Gli Acidi Grassi sono il componente più importante e comune di tutte le classi di lipidi e svolgono importanti funzioni strutturali (a livello delle membrane cellulari), energetiche (in quanto fonte di energia) e metaboliche. Gli acidi grassi presenti nell’organismo in parte vengono sintetizzati dall’organismo stesso, in parte derivano dalla dieta, sotto forma di:

  • acidi Grassi SATURI (SFA) Di cui fanno parte sia i trigliceridi di deposito sia i componenti strutturali di membrana, ad esempio: acido palmitico e acido stearico. Se assunti in eccesso sono implicati nella genesi di malattie cardiovascolari
  • acidi Grassi MONOINSATURI (MFA) Esercitano effetti benefici sulla salute, regolando il tasso di colesterolo e intervengono nella protezione del sistema cardiovascolare, ad es. acido oleico (ω-9) e palmitoleico
  • acidi Grassi POLINSATURI (PUFA) Si distinguono in due famiglie di acidi grassi, che hanno effetti fisiologici differenti:
  • gli acidi grassi della serie omega 6 diminuiscono il tasso di colesterolo e sono indispensabili alla struttura della membrane cellulari; hanno una funzione pro-infiammatoria, ad es. l’acido arachidonico (AA), acido gammalinolenico (GLA) e acido diomogammalinolenico (DGLA)
  • gli acidi grassi della serie omega 3 hanno importanti funzioni anti-infiammatorie e favoriscono la prevenzione delle malattie cardiovascolari (ad es. acido eicosapentaenoico EPA e l’acido docosaesaenoico o DHA). Tra questi l’acido linolenico: un acido grasso essenziale (cioè che l’organismo non può sintetizzare ma deve introdurre con la dieta), che è precursore di altri acidi grassi che permettono la sintesi di importanti mediatori chimici. Un buon livello di omega 3 è essenziale per mantenere un corretto utilizzo del colesterolo che, in carenza di tali acidi, diventerebbe “cattivo” anche a livelli di normalità
  • il test è rivolto a tutti coloro che:
    • osservano un regime alimentare incongruo
    • presentano stati infiammatori ricorrenti
    • affetti da malattie metaboliche (diabete, sovrappeso)
Back to Top

Contatti

Calendario

luglio: 2018
L M M G V S D
« Dic    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031