Lo stato del cuore

Organizzazioni scientifiche prestigiose hanno validato un nuovo esame predittivo della malattia cardiaca. È un esame che consente di monitorare lo stato del cuore e di predire possibili eventi cardiovascolari acuti che gli esami di uso corrente non sono in grado di predire.

  • l’esame è in grado di evidenziare uno stato di sofferenza cardiaca non altrimenti evidenziabile e consiste nel dosaggio di una proteina, detta ST2 (growth Stimulation expressed gene 2), che appartiene alla famiglia dei recettori per l’intetleuchina -1 (IL-1). Questa gioca un ruolo fondamentale nei processi di riparazione del tessuto cardiaco,danneggiato dalla pressione elevata e/o da processi infiammatori. I livelli circolanti di questa proteina si innalzano in caso di patologia cardiaca, anche quando non siano presenti sintomi o quando altri esami siano ancora nella norma e evidenziano l’insufficiente capacità dell’organismo di riparare i danni al muscolo cardiaco. In altre parole l’aumento di questa proteina nel sangue precede la comparsa di sintomi o un aggravamento della situazione clinica eventualmente già presente. L’esame ha la caratteristica di predire anche con un anticipo di 4 anni aventi cardiologici anche gravi.
  • il test è rivolto a tutti quei coloro che:
    • presentano una familiarità positiva per patologie cardiovascolari
    • conducono una vita stressante
    • presentano fattori di rischio per la malattia cardiaca (sovrappeso, diabete, ipertensione, dislipidemie)
    • già soffrono e che hanno sofferto in passato di malattia cardiaca,
    • vengono sottoposti a cicli di chemioterapia.
    • soggetti sani che praticano sport sia a livello professionale che amatoriale
Back to Top

Contatti

Calendario

luglio: 2018
L M M G V S D
« Dic    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031